Avvertenze stampa

Avvertenza!

La stampa di questo contenuto dal sito web non costituisce copia autentica.

L'efficacia probatoria del documento informatico è disposto dell'art. 21 del CAD: "1. Il documento informatico, cui è a pposta una firma elettronica, sul piano probatorio è liberamente valutabile in giudizio, tenuto conto delle sue caratteristiche oggettive di qualit&agrav; sicurezza, integrità e immodificabilità ... [...]"

La validità del documento sul sito web è garantito dal certificato crittografico di firma presente in tutte le pagine web. Ogni volta che avviene una conversione di forma (esportazione, stampa della pagina, copia del testo, ecc) il documento risultate non è più firmato, quindi, tutte le copie perdono ogni validità legale.

Le copie non hanno alcun carattere di ufficialità o validità legale, per diffondere informazioni pubblicate sul sito web si può procedere in due modi:

  1. diffondere e/o memorizzare l'url del contenuto che si intende salvare;
  2. un notaio può rilasciare la copia conforme di una pagina web, infatti, tale operazione deve essere adattata alla tipica attività notarile di rilasci o di copie, individuando gli elementi caratterizzanti tale tipologia di documento informatico dal punto di vista della sua realtà fenomenica.

Approfondimento

Nel pomeriggio di venerdì 29 aprile 2022, i Carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro hanno incontrato gli studenti delle classi prime della scuola secondaria di I grado "M. Vizzone” .

Nell’ambito del Piano Scuola Estate 2021 "Appendimento e socialità" congiuntamente alla campagna sulla Formazione della Cultura della Legalità, progetto condotto dall’Arma dei Carabinieri a livello nazionale, si è tenuto presso la sede dell’Istituto a San Ferdinando, un incontro tra l’Arma dei Carabinieri e gli alunni iscritti al Percorso formativo "Dis-connetti? No, grazie!.

Gli argomenti trattati hanno riguardato il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo, i carbinieri si sono "spogliati" della tradizionale uniforme indossando abiti civili per trasformarsi in carabinieri-bulli, e...

Si ringrazia per la partecipazione la "Benemerita" nelle persone del Tenente Francesco Alessandro Senatore del NOR (Nucleo Operativo e Radiomobile) della compagnia di Gioia Tauro e del Maresciallo Maggiore Francesco Vadalà, Comandante della locale stazione dei Carabinieri.

[...Continua nell'articolo allegato...]

 

La Ministra Marta Cartabia incontra la scuola

Gli studenti delle classi terze della Scuola secondaria di I grado "M. Vizzone" incontreranno, in diretta streaming, la Ministra della Giustizia Marta Cartabia, già presidentessa della Corte Costituzionale. Inisieme alla Ministra Cartabia, da sempre attenta alle esigenze delle nuove generazioni, dell'educazione e del mondo dell'istruzione, gli studenti approfondiranno argomenti quali: - GIUSTIZIA - LIBERTA' - GIUSTIZIA RIPARATIVA - DIRITTI E DOVERI INDIVIDUALI E COLLETTIVI. Un'occasione preziosa per essere protagonisti di un incontro dinamico. L'evento si inserisce all'interno del percorso di Educazione Civica programmato per l'anno scolastico 2021-2022.

Piano Estate 2021  progetto : "Mare da A-mare"

Piano Estate 2021....

Progetto "Mare da A-mare"...

Una bellissima esperienza per gli alunni che hanno potuto esprimere sensazioni ed emozioni, pensieri e riflessioni sul tema mare, bene prezioso da tutelare, dando libero sfogo alla creatività ed alla fantasia.....

Divertendosi!!!

In viaggio con Ulisse

Gli alunni sono stati conquistati dal racconto delle imprese di Ulisse, re di Itaca.

Ad ognuno di loro è stato consegnato un libro di narrativa dell'odissea e una mappa a colori del viaggio di Ulisse.

Lezione a distanza, tramite videochiamata, con piccoli gruppi di alunni.

Pon "alla scoperta dei tesori della mia Terra"

Il progetto alla scoperta dei tesori della mia terra ha avuto come scopo quello di stimolare la conoscenza e la cura del proprio territorio e delle sue risorse nei bambini di 5 anni , attraverso la conoscenza del paesaggio e dell’ambiente come risultato dell’integrazione millenaria tra elementi/risorse naturali ed elementi/interventi antropici, espressi anche nei tesori custoditi dalla città di Rosarno e dal Museo archeologico Antica Medma.

L’obiettivo è stato quello di sviluppare conoscenze, valori, e atteggiamenti coerenti con lo sviluppo sostenibile del proprio territorio, riconoscersi come individuo appartenente ad una casa, un quartiere, una città ed un territorio. Riconoscere le tracce della tradizione più antica legate al territorio, scoprire monumenti, chiese, luoghi e tradizioni.

La metodologia utilizzata è stata incentrata sulla gamification, pertanto attraverso il gioco ed il coding sono state acquisite conoscenze e competenze trasversali.

Il lavoro conclusivo ha visto nascere prima un libro, poi un video sulla storia di Rosarno raccontata dai bambini attraverso i loro disegni, ed una festa nello scenario dal quale Rosarno è nata, il parco archeologico di Medma.

Viaggio d'istruzione in Umbria - classi VA e VB - a.s. 2018/2019

Immersi nella magia di una storia millenaria, nella cultura e nelle tradizioni di una regione che non smette mai di meravigliare, gli alunni ed i docenti delle classi quinte dell‘Istituto Comprensivo “Marvasi–Vizzone”, plesso “G. Carretta”, hanno vissuto in Umbria, nella prima settimana di Aprile, un’esperienza straordinaria. La prima tappa di un ricco ed entusiasmante itinerario è stata Orvieto, un’importante Città-Stato con interessanti testimonianze non solo del periodo Etrusco e Romano, ma anche riguardanti le dominazioni dei Goti, dei Bizantini e dei Longobardi. Del XIII e XIV secolo, sono stati ammirati alcuni dei simboli cittadini come il Duomo, un capolavoro dell’architettura romanica e gotica, il Palazzo del popolo, il Palazzo Soliano, la Torre del Moro e il Palazzo Comunale. Del periodo che va dal 1400 al 1600, sotto lo Stato Pontificio, è il Pozzo di San Patrizio, grande capolavoro dell’ingegneria rinascimentale, visitato dai nostri alunni con particolare interesse. A seguire, Assisi :<< […] però chi d’esso loco fa parole, non dica Ascesi, ché direbbe corto, ma Oriente, se proprio dir vuole.>> (Dante Alighieri, Divina Commedia, Paradiso canto XI). Città della pace e patrimonio dell’Umanità, luogo di inestimabili ricchezze artistiche, ha dato i natali a San Francesco, il quale, oltre che per l’opera spirituale è riconosciuto tra gli iniziatori della tradizione letteraria italiana. All’interno della celebre basilica, gli affreschi duecenteschi che ritraggono la vita del Santo e che sono attribuiti, tra gli altri, anche a Giotto e Cimabue, sono la scenografia di un teatro culturale antico ed un attuale ed importante punto di riferimento per interessanti proposte educative per le nuove generazioni. E poi..., come non menzionare il “Gubbio Express” per un “viaggio lungo 3000 anni”. Seduti comodamente su un caratteristico trenino, forte è stata l’emozione di un tour alla scoperta di vie, vicoli e splendide piazze di suggestiva bellezza. “A Gubbio si crede di sognare, invece tutto è lì, magnifico, fermo e fissato nella pietra.” (Herman Hesse). Ed ancora, sicuramente straordinario per chi ha il piacere di visitare Spoleto, situata all’estremità della Valle Umbra e denominata la città delle bellezze mozzafiato, è l’intero complesso del Duomo, eretto nel XII secolo e caratterizzato, oltre che dalla ricchezza degli arredi interni, dai mosaici bizzantineggianti della sua facciata. Imprescindibile diviene, ovviamente, soprattutto per i ragazzi, fermarsi a Perugia, città antica e di un fascino raro, per la visita alla fabbrica della “Perugina”, un marchio storico dei prodotti dolciari italiani, fondata nel 1907. Interesse e divertimento sono stati gli “ingredienti principali” per un momento didattico davvero unico. Ultima tappa, che ha posto il suggello ad una esperienza memorabile, è stata Terni con la sosta alla Cascata delle Marmore, tra le più alte d’Europa ed inserita in un grande e verdeggiante parco. Il percorso scelto e fatto con gli alunni, dal nome “L’incontro delle Acque”, ci ha portati, attraverso un incantevole e affascinante sentiero a ridosso dei canyon scavati nella roccia dal fiume Nera, fino al punto di incontro con le acque del Velino. La natura ed il suo spettacolo ineguagliabile, di fronte al quale sono rimasti impressionati personaggi celebri di ogni epoca, da Plinio a Cicerone, da Galileo a Vittorio Alfieri, ha fatto da sfondo ad una giornata che, sebbene minacciata da un cielo plumbeo, ha rappresentato solo “una grande meraviglia ai nostri occhi!”. Autonomia, condivisione, rispetto, modo nuovo di vivere le relazioni, coesione del gruppo, promozione dell’amore per la bellezza, sono stati solo alcuni degli aspetti che hanno caratterizzato il nostro percorso. Un’esperienza formativa, pertanto, “pronti a ripetere” - hanno sostenuto i ragazzi delle classi quinte, insieme ai loro docenti ed anche agli autisti della “Smedile Mondo Viaggi”, che hanno costantemente manifestato disponibilità, cortesia ed autentica professionalità, contribuendo grandemente alla riuscita di un bellissimo ed indimenticabile viaggio d’istruzione.

Un bacione da Perugia

Immersi nella magia di una storia millenaria, nella cultura e nelle tradizioni di una regione che non smette mai di meravigliare, gli alunni ed i docenti delle classi quinte dell‘Istituto Comprensivo “Marvasi–Vizzone”, plesso “G. Carretta”, hanno vissuto in Umbria, nella prima settimana di Aprile, un’esperienza straordinaria. La prima tappa di un ricco ed entusiasmante itinerario è stata Orvieto, un’importante Città-Stato con interessanti testimonianze non solo del periodo Etrusco e Romano, ma anche riguardanti le dominazioni dei Goti, dei Bizantini e dei Longobardi. Del XIII e XIV secolo, sono stati ammirati alcuni dei simboli cittadini come il Duomo, un capolavoro dell’architettura romanica e gotica, il Palazzo del popolo, il Palazzo Soliano, la Torre del Moro e il Palazzo Comunale. Del periodo che va dal 1400 al 1600, sotto lo Stato Pontificio, è il Pozzo di San Patrizio, grande capolavoro dell’ingegneria rinascimentale, visitato dai nostri alunni con particolare interesse. A seguire, Assisi :<< […] però chi d’esso loco fa parole, non dica Ascesi, ché direbbe corto, ma Oriente, se proprio dir vuole.>> (Dante Alighieri, Divina Commedia, Paradiso canto XI). Città della pace e patrimonio dell’Umanità, luogo di inestimabili ricchezze artistiche, ha dato i natali a San Francesco, il quale, oltre che per l’opera spirituale è riconosciuto tra gli iniziatori della tradizione letteraria italiana. All’interno della celebre basilica, gli affreschi duecenteschi che ritraggono la vita del Santo e che sono attribuiti, tra gli altri, anche a Giotto e Cimabue, sono la scenografia di un teatro culturale antico ed un attuale ed importante punto di riferimento per interessanti proposte educative per le nuove generazioni. E poi..., come non menzionare il “Gubbio Express” per un “viaggio lungo 3000 anni”. Seduti comodamente su un caratteristico trenino, forte è stata l’emozione di un tour alla scoperta di vie, vicoli e splendide piazze di suggestiva bellezza. “A Gubbio si crede di sognare, invece tutto è lì, magnifico, fermo e fissato nella pietra.” (Herman Hesse). Ed ancora, sicuramente straordinario per chi ha il piacere di visitare Spoleto, situata all’estremità della Valle Umbra e denominata la città delle bellezze mozzafiato, è l’intero complesso del Duomo, eretto nel XII secolo e caratterizzato, oltre che dalla ricchezza degli arredi interni, dai mosaici bizzantineggianti della sua facciata. Imprescindibile diviene, ovviamente, soprattutto per i ragazzi, fermarsi a Perugia, città antica e di un fascino raro, per la visita alla fabbrica della “Perugina”, un marchio storico dei prodotti dolciari italiani, fondata nel 1907. Interesse e divertimento sono stati gli “ingredienti principali” per un momento didattico davvero unico. Ultima tappa, che ha posto il suggello ad una esperienza memorabile, è stata Terni con la sosta alla Cascata delle Marmore, tra le più alte d’Europa ed inserita in un grande e verdeggiante parco. Il percorso scelto e fatto con gli alunni, dal nome “L’incontro delle Acque”, ci ha portati, attraverso un incantevole e affascinante sentiero a ridosso dei canyon scavati nella roccia dal fiume Nera, fino al punto di incontro con le acque del Velino. La natura ed il suo spettacolo ineguagliabile, di fronte al quale sono rimasti impressionati personaggi celebri di ogni epoca, da Plinio a Cicerone, da Galileo a Vittorio Alfieri, ha fatto da sfondo ad una giornata che, sebbene minacciata da un cielo plumbeo, ha rappresentato solo “una grande meraviglia ai nostri occhi!”. Autonomia, condivisione, rispetto, modo nuovo di vivere le relazioni, coesione del gruppo, promozione dell’amore per la bellezza, sono stati solo alcuni degli aspetti che hanno caratterizzato il nostro percorso. Un’esperienza formativa, pertanto, “pronti a ripetere” - hanno sostenuto i ragazzi delle classi quinte, insieme ai loro docenti ed anche agli autisti della “Smedile Mondo Viaggi”, che hanno costantemente manifestato disponibilità, cortesia ed autentica professionalità, contribuendo grandemente alla riuscita di un bellissimo ed indimenticabile viaggio d’istruzione.

In un grande girotondo e palloncini colorati noi bambini gridiamo in coro benvenuta PRIMAVERA. 

Gli alunni della 2C e 2D del plesso Marvasi

Gli alunni delle classi 2C e 2 D del plesso Marvasi hanno ricordato

con attività e momenti di riflessione significativi la

giornata della consapevolezza sull’Autismo.