Avvertenze stampa

Avvertenza!

La stampa di questo contenuto dal sito web non costituisce copia autentica.

L'efficacia probatoria del documento informatico è disposto dell'art. 21 del CAD: "1. Il documento informatico, cui è a pposta una firma elettronica, sul piano probatorio è liberamente valutabile in giudizio, tenuto conto delle sue caratteristiche oggettive di qualit&agrav; sicurezza, integrità e immodificabilità ... [...]"

La validità del documento sul sito web è garantito dal certificato crittografico di firma presente in tutte le pagine web. Ogni volta che avviene una conversione di forma (esportazione, stampa della pagina, copia del testo, ecc) il documento risultate non è più firmato, quindi, tutte le copie perdono ogni validità legale.

Le copie non hanno alcun carattere di ufficialità o validità legale, per diffondere informazioni pubblicate sul sito web si può procedere in due modi:

  1. diffondere e/o memorizzare l'url del contenuto che si intende salvare;
  2. un notaio può rilasciare la copia conforme di una pagina web, infatti, tale operazione deve essere adattata alla tipica attività notarile di rilasci o di copie, individuando gli elementi caratterizzanti tale tipologia di documento informatico dal punto di vista della sua realtà fenomenica.

Matematica

La magia del Natale... attraverso un percorso suggestivo organizzato dal comune di Roccella Jonica che ha fatto emozionare insegnanti e bambini delle classi 3^ A-B-C-D scuola primaria plesso Marvasi. Guardarsi intorno e assaporare ogni angolino di un luogo così magicamente ricreato per suscitare stupore e coinvolgere profondamente nello spirito natalizio chi lo osserva con incanto.

La matematica può diventare un gioco per essere appresa in modo semplice, con la capacità di renderla comprensibile con gioia per "amarla" sempre, 

Il giorno del "PI day", 14 Marzo 2017, gli aluni della classe II A "Marvasi", hanno partecipato alla "festa della matematica" con grande gioia ed entusiasmo, cimentandosi in giochi e rompicapo.

 

"In matematica è elemento fondamentale il laboratorio, inteso sia come luogo fisico, sia come momento in cui l'alunno è attivo, formula le proprie ipotesi  e ne controlla le conseguenze, progetta e sperimenta, discute e argomenta le proprie scelte." dalle Indicazioni Nazionali per il curricolo del 2012

Gli alunni delle classi seconde C e D, partendo da un'esperienza diretta, non solo mentale ma anche corporea, hanno studiato la simmetria attraverso attività laboratoriali ed insieme hanno formulato ipotesi e osservato le relative conseguenze. L'opportunità di avere un'esperienza tattile, non solo visiva, semplice nell'esecuzione, è stata accolta da tutti con entusiasmo. 

Il puzzle di Archimede.

Stomachion,"la battaglia degli ossi"!!

Gli alunni della quarta D hanno fatto Coding, hanno disegnato un fiocco di neve e poi scritto il codice.Bravi!

La Scuola Primaria “Carretta” e la Scuola Secondaria di Primo Grado “Vizzone” di San Ferdinando accolgono con entusiasmo l’attività di Coding realizzata in occasione della settimana Europea del Codice dal 15-23 ottobre 2016.

La classe seconda A ha partecipato con grande interesse e divertimento a questa giornata europea  dedicata al Coding

La scuola dell'Infanzia plesso Bosco ha preso parte all'evento europeo Code Week   2016 .I piccoli alunni hanno partecipato con forte entusiasmo  alle attività, ciò ha permesso loro di divertirsi in modo creativo vedendo le proprie idee prendere forma e  favorendo lo sviluppo del pensiero computazionale.

Biblio Pride 2016

Giorno 01 Ottobre 2016 i bambini delle classi 2A, B, C e D del plesso Marvasi in occasione della 5° Giornata Nazionale della Biblioteca ,si sono recati presso la Mediateca Comunale F. Foberti di Rosarno ed hanno partecipato al “Biblio Pride 2016“.

I bambini insieme alle insegnanti Di Tommaso Maria Giuseppina, Grio Bellezza Marina, Pacilè  Maria Teresa, Camera Antonietta, Caprino Adalgisa, Busceti Angela, Amoroso Luisa, sono stati accolti dalla Dott.ssa Tutino Giovanna che ha presentato i locali, fatto visitare la Mediateca,  ha spiegato loro cos’è una biblioteca e cosa fare per prendere un libro in prestito; successivamente i bambini  sono stati lasciati liberi di scegliere un libro, sfogliarlo e leggerne alcune pagine.

Tutti insieme, infine, sono stati protagonisti di un “flash mob” organizzato in contemporanea a tutte le biblioteche d’Italia, alzando i loro libri, all’unisono hanno gridato “VIVA I LIBRI!!!”, grido vivace e gioioso che ha reso i bambini partecipi di una giornata importante per la cultura, finalizzata a sensibilizzarli fin dalla più tenera età alla lettura dei libri e alla frequentazione della biblioteca come luogo di scambi culturali, lettura, studio e ricerca.

Il coding a scuola sta gradualmente ritagliandosi uno spazio nella didattica non solo perché educa bambini e ragazzi al pensiero creativo, ma anche per un suo risvolto pratico. Perché ha a che fare con la nostra quotidianità, con molti oggetti che utilizziamo abitualmente e che riteniamo ormai indispensabili. Smartphone, tablet, videogiochi che funzionano grazie a un codice informatico, a una sequenza ordinata di istruzioni. Il coding aiuta i più piccoli a pensare meglio e in modo creativo, stimola la loro curiosità attraverso quello che apparentemente può sembrare solo un gioco. Consente di imparare le basi della programmazione informatica, insegna a “dialogare” con il computer, a impartire alla macchina comandi in modo semplice e intuitivo. Il segreto sta tutto nel metodo: poca teoria e tanta pratica. L’obiettivo non è formare una generazione di futuri programmatori, ma educare i più piccoli al pensiero computazionale, che è la capacità di risolvere problemi – anche complessi – applicando la logica, ragionando passo passo sulla strategia migliore per arrivare alla soluzione.